Il lato oscuro del tapis roulant nella Storia: da strumento di punizione ad attrezzo per il fitness e la salute

il lato oscuro del tapis roulant nella Storia: da strumento di punizione ad attrezzo per il Fitness

Nel mercato del fitness esistono treadmill di ogni tipo (il tapis roulant concavo, pieghevole, meccanico o elettrico), per tutte le tasche (tapis roulant low cost o costosi, usati o nuovi) e per tutti gli utilizzi (il tapis roulant da casa, da palestra o da ufficio)

Guardiamoci, però, onestamente negli occhi e diciamoci la verità: allenarsi col tapis roulant, per dimagrire o tonificare, per correre o camminare, può fare assolutamente bene alla tua salute ma a volte risulta essere un “tantinello” noioso.

Per alcune persone il treamill potrebbe sembrare quasi uno strumento di tortura. Impossibile dar loro torto perchè…

L’ antenato del tapis roulant usato nella maggior parte dei fitness club al mondo e nell’home fitness, veniva usato addirittura come strumento di … punizione.

Chi ha inventato il tapis roulant?

La storia del treadmill è abbastanza controversa: alcuni studiosi fanno risalire la sua invenzione addirittura a circa 4000 anni fa come macchinario a propulsione umana o animale per muovere i mulini; altri, invece, ad epoche più recenti.

L’antenato dei treadmill usati nei nostri giorni in palestra o nell’home fitness nasce nel 1818 in Inghilterra, su un progetto dell’ingegnere William Cubitt , con finalità tutt’altro che orientate alla salute: doveva essere utilizzato per punire i detenuti. (GUARDA IL VIDEO)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Al-30Z-aH8M]

Storia del treadmill come strumento di correzione: i motivi del suo impiego

Durante l’età vittoriana, si era spesso in disaccordo sul modo corretto di trattare i carcerati: molte persone concordavano che il sistema carcerario inglese doveva cambiare ma ben poche sapevano come farlo

Il treadmill come strumento di correzione nelle prigioni è nato proprio da questo disaccordo come un compromesso tra coloro che per i carcerati esigevano punizioni durissime e coloro che sottolineavano la necessità di una riforma carceraria con pene più miti e con finalità più sociali.

Questa tipologia di tapis roulant, alla fine, metteva d’accordo tutti quanti: quelli che esigevano il duro lavoro come punizione esemplare dei prigionieri; dall’altra quelli che lo vedevano come un aiuto per liberare i carcerati  dall’ozio, riformando così anche il loro carattere.

I veri motivi dell’uso del tapis roulant nella Storia come strumento di correzione

Ma le vere ragioni dell’uso del treadmill come strumento di punizione nelle carceri erano ben altre: oltre a contribuire alla riforma dei prigionieri, il tapis roulant ha anche fornito manodopera gratuita alle guardie carcerarie. I motivi erano, quindi, principalmente economici.

Originariamente l’antenato del treadmill per il fitness era un tapis roulant a scalini a forma di una grande ruota che, grazie alla forza motrice dei gruppi di prigionieri che camminavano anche 6 ore al giorno, veniva usato per fornire energia cinetica ai macchinari per macinare il grano, pompare acqua o areare le miniere.

Ciò ha funzionato abbastanza bene nella prima parte del 1800, poiché l’economia inglese era ancora in piena espansione grazie alla prima rivoluzione industriale. Tutto questo, però, cambiò con la fine delle guerre napoleoniche:  molti inglesi erano deceduti e di conseguenza  c’erano molti più posti di lavoro disponibili.

Ciò che mancava era la forza lavoro. La situazione lavorativa fu talmente disastrosa che all’inizio degli anni venti del XIX secolo fu deciso che l’uso dei treadmill nelle prigioni non sarebbe più stato autorizzato per fini commerciali, creando così molti posti di lavoro per i cittadini rispettosi della legge.

I treadmill, venendo meno la ragione economica, avevano così perso il motivo principale del loro utilizzo nelle carceri e divennero semplicemente … inutili. Nel frattempo, anche i carcerati acquisivano sempre maggiori diritti. Così, col passare degli anni, il tapis roulant cadde  semplicemente nel dimenticatoio.

Gran Bretagna vs USA

Il tapis roulant era diventato così popolare che in 50 anni della sua creazione poteva essere trovato nelle prigioni di tutta la Gran Bretagna ed in altri paesi dell’ impero britannico, fino ad arrivare anche negli Stati Uniti. Tuttavia, a differenza della Gran Bretagna, l’uso del treadmill non ha mai preso veramente piede negli USA.

Uno dei motivi principali è che l’America aveva a lungo usato i lavori forzati come la raccolta del cotone o lo spaccare le rocce come mezzo per punire i condannati.

Il treadmill offriva quindi poco di nuovo alle carceri americane ma non agli schiavisti del Sud che, per un certo periodo, lo hanno usato per punire gli schiavi che cercavano di fuggire dalle piantagioni di cotone.

Chi ha inventato il tapis roulant come attrezzo per la salute e il fitness?

via GIPHY

Dalla seconda metà del XIX secolo non si sentì più parlare di tapis roulant. Almeno fino all’ inizio del XX secolo. Lo spirito innovativo ed imprenditoriale americano gli ha dato una nuova forma ed un nuovo utilizzo.

Il brevetto del treadmill come macchina per esercizio fisico  è stato depositato il 17 giugno 1913.

Il predecessore del treadmill per il fitness  fu progettato, invece, dal Dr. Robert Bruce e da Wayne Quinton presso l’Università di Washington nel 1952. Il suo principale funzionamento era quello di diagnosticare malattie cardiache e polmonari.

Il primo tapis roulant per l’home fitness, invece, fu sviluppato dall’ingegnere meccanico William Staub dopo aver letto alcune ricerche compiute dal Dottor Kenneth Cooper sui benefici dell’allenamento aerobico (pubblicate nel libro Aerobics del 1968 )

Staub notò che sul mercato non c’erano tapis roulant domestici a prezzi accessibili. Così progettò un suo prototipo di treadmill, coinvolgendo anche il Dott. Cooper che trovò i primi clienti.

Il fitness e l’home fitness erano dunque nati.  E il resto è storia.

 

Fonti consultate:

Photo Credits: Holley and Chris Melton

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.